Archivi tag: anti infiammatorio

abies-balsamea

Abete balsamico

L’olio essenziale di abete balsamico, con con la sua profumazione dolce, è noto e molto usato dagli amerindi per le sue proprietà tonificanti e antisettiche, in particolare contro le infezioni delle vie respiratorie e la tosse.
Abies balsamea

In questo articolo tratterò l’olio essenziale di Abete balsamicoAbies balsamea. Continua a leggere

achillea_millefolium

Achillea millefoglie

L’olio essenziale di achillea millefolium è un efficace anti infiammatorio e cicatrizzante,lenisce le screpolature e le ulcerazioni, oltre ad attenuare i sintomi dei crampi intestinali e i disturbi delle mestruazioni scarse o irregolari.
Achillea millefolium

In questo articolo tratterò l’olio essenziale di Achillea millefoglieAchillea millefolium. Continua a leggere

melaleuca quinquenervia

Niaouli

L’olio essenziale di niaouli è un energizzante e stimola le difese naturali dell’organismo. Oltre a questo è un potente battericida e anti-virale, con ottime proprietà toniche del sistema nervoso (tratta le varici, gambe pesanti, ecc).
Melaleuca quinquenervia

In questo articolo tratterò l’olio essenziale di NiaouliMelaleuca quinquenervia. Continua a leggere

lavandula burnatii super

Lavanda super

L’olio essenziale di lavanda super calma e allevia lo stress e il nervosismo. E’ inoltre un efficace decontratturante e anti-infiammatorio, oltre ad essere un forte alleato degli sportivi, prima e dopo l’attività fisica.
Lavandula burnatii super

In questo articolo tratterò l’olio essenziale di lavanda super: Lavandula burnatii super. Continua a leggere

Eucalyptus Smithii

Eucalipto smithii

L’olio essenziale di eucalipto smithii è l’espettorante e anti-settico migliore per i bambini per la sua profumazione molto dolce. Viene usato spesso contro i raffreddori, sinusiti, bronchiti e in generale per respirare meglio.
Eucalyptus smithii

In questo articolo tratterò l’olio essenziale di Eucalipto smithii: Eucalyptus smithii. Continua a leggere

Cataplasma di foglie verdi

Cataplasma di foglie verdi: semplice, utile, efficace!

Cataplasma di foglie verdi

 

Il cataplasma di foglie verdi è una ricetta semplicissima che può essere prodotta praticamente dovunque (tralasciando l’aggiuta della farina) e viene utilizzata sia per il trattamente della febbre, che per il trattamento di qualsiasi infiammazione nel caso in cui non si abbia la possibilità di utilizzare il tofu o il taro.

Modalità di preparazione

Ecco gli ingredienti che ti serviranno:

Ecco qui la descrizione degli ingredienti che ti serviranno per la realizzazione del cataplasma di foglie verdi:

  • Una buona quantità di foglie grandi verdi, dipendente dalla zona più o meno estesa da trattare. Le più consigliate per questa preparazione sono le foglie di Daikon (che sono le migliori), di cavolo, di cavolo cinese, cime di rapa e di rapanello, spinaci, tarassaco, ecc, evitando le foglie con una nota piccante ad esempio il porro;
  • Farina bianca;
  • Un mortaio con un pestello;
  • Una garza o un supporto in cotone per l’applicazione.

Istruzioni passo-passo per la preparazione del cataplasm di foglie verdi:

  • Prendi le foglie scelte per questa preparazione, tritale finemente e pestale con l’aiuto del mortaio e del pestello fino a ridurle in poltiglia;
  • A questo punto aggiungici circa un 10-20% di farina mescolando ed impastando molto bene con le mani in modo da formare una palla collosa;
  • Ora stendi questa pasta sulla garza fino a formare uno strato di circa un centimetro e mezzo;
  • Ecco che il cataplasma di foglie verdi è pronto per essere utilizzato!

proprietà principali

Lista dei suoi principali utilizzi:

In virtù della natura yin delle foglie verdi, questo cataplasma riesce ad assorbire efficacemente il calore yang, oltre a lenirlo o addirittura eliminarlo anche nei casi di un processo infiammatorio.

Nonostante un cataplasma di clorofilla abbia un’efficacia minore nel trattamento di un processo infiammatorio o di una febbre, è lo stesso molto più efficace di una borsa del ghiaccio, oltre ad essere anche molto più versatile poichè, come ho detto prima, si può praticamente fare dappertutto senza grossi problemi, tralasciando l’aggiunta della farina.

Ecco la lista delle sue proprietà principali:

  • Febbre: è utilizzato in sostituzione del ghiaccio, applicato direttamente sulla fronte. Se lo vuoi rendere più efficace applicalo anche ai lati della testa, sopra le orecchie, sul collo e sul dietro della testa;
  • Anti infiammatorio: calma abbastanza efficacemente i processi infiammatori quando non si ha la possibilità di utilizzare altro.

Modalità di utilizzo

Modalità per il trattamento di febbre bassa o alta e processi infiammatori:

  • Applica il cataplasma direttamente a contatto con la pelle (anche sulla fronte in caso di febbre, avendo l’accortezza di NON coprirlo con un materiale plastico, ma in caso solo con un asciugamano o un tessuto in cotone finchè non si asciuga. In genere questo preparato non si asciuga rapidamente, impiegando in media 2 o 3 ore, ma è bene in ogni caso tenere a mente che a contatto con una fonte di calore quale può essere la fronte di una persona che presenta febbre, si asciuga più rapidamente.

 

Se ti è piaciuto l’articolo ricordati di mettere “mi piace” e di seguire gli altri articoli.

Al prossimo articolo!
Diego C.

 

(fonte immagine: www.exploratoridelladomenica.it)

il tofu

Il tofu come rimedio da pronto soccorso!

L'impiastro di tofu

 

La parola Tofu a molte persone causa un aumento della salivazione seguita spesso da un gorgoglìo dello stomaco.

Eh no! Oggi non parlerò di cucina ma bensì delle sue proprietà le quali costituiscono un validissimo rimedio per uso esterno.

Ma che cos’è il Tofu?

Il Tofu è considerato  un formaggio vegetale proprio perchè lo si ottiene grazie alla cagliatura del latte di soia. Il mio consiglio è quello di tenere sempre un po di Tofu pronto in frigo perchè oltre ad essere un eccellente cibo può essere utilissimo in alcune situazioni di pronto soccorso.

Modalità di preparazione

Istruzioni passo-passo per la preparazione in casa del tofu:

Anche in questo caso ti inserisco qui la ricetta per l’autoproduzione del Tofu poichè in molti casi c’è bisogno di una gran quantità di preparato il che sarebbe controproducente visto il costo dello stesso in commercio, quindi andiamo a cominciare.

Ecco gli ingredienti che ti serviranno:
  • Latte: 1 litro;
  • Acqua calda: 100 ml;
  • Nigari: 4 g;
  • Sale: un pizzico.

Istruzioni passo-passo per la preparazione del Tofu:

  • Prendi una padella e versaci la quantità di latte di soia indicata mettendola sul fuoco;
  • Nel frattempo che aspetti prendi un altro contenitore, versaci l’acqua calda e successivamente il nigari molto lentamente tenendo costantemente mescolato per evitare la formazione di grumi;
  • Appena finita questa operazione rimettiti subito davanti al fornello con il contenitore contenente acqua e nigari bello pronto, perchè non appena il latte comincia a bollire abbassa il fuoco e versalo  poco alla volta nel latte mescolando energeticamente per evitare di nuovo i grumi;
  • Quando il tutto è ben omogeneizato, toglilo dal fuoco e lascialo riposare qualche minuto, finchè una volta raffreddato, potrai suddividerlo in vari pezzi e fargli assumere la forma che più desideri.

Per ultimare la ricetta ricordati di avvolgere il tofu con una tela grossa da cucina, ponendoci sopra un peso in modo che il formaggio risultante sia sufficientemente pressato e perda il liquido in eccesso.

Attendi che si addensi completamente prima di toglierlo dalla tela.

Ecco gli ingredienti che ti serviranno:

Passo ora alla descrizione degli ingredienti che ti serviranno per la realizzazione dell’impiastro di tofu:

  • Una buona quantità di tofu, dipendente dalla zona più o meno estesa da trattare;
  • Farina bianca;
  • Zenzero fresco grattugiato;
  • Una tela grossa da cucina;
  • Una garza o un supporto in cotone per l’applicazione.

Istruzioni passo-passo per la preparazione dell’impiastro o cataplasma di Tofu:

  • Prendi il tofu e strizzalo leggermente avvolto nella tela grossa per fargli perdere parte dell’acqua in eccesso;
  • Tolta l’acqua in eccesso prendi di nuovo il tofu, mettilo in un contitore a parte e spezzalo più che puoi con le mani o se vuoi sciacciandolo con un mortaio;
  • A questo punto mettici circa il 5% di zenzero grattugiato dopo di che aggiungi circa il 10-15% di farina mescolando ed impastando molto bene con le mani in modo da formare una palla collosa;
  • Ora stendi questa pasta sulla garza fino a formare uno strato di circa un centimetro e mezzo;
  • Ecco che l’impiastro di tofu è pronto per essere utilizzato!

proprietà principali

Lista dei suoi principali utilizzi:

In virtù della sua natura yin, il tofu è particolarmente efficace in tutti i disturbi caratterizzati da caratteri yang, anche se data la sua assenza di controindicazioni, questo tipo di rimedio è indicato per ogni tipo di disturbo:

Ecco la lista delle sue proprietà principali:

  • Febbre: è utilizzato in sostituzione del ghiaccio poichè grazie alle sue proprietà senza alcun dubbio superiori di qualsiasi impacco freddo, il tofu assorbe la febbre senza produrre alcun effetto secondario. In genere gli impacchi freddi combattono la febbre in maniera fisica non agendo sulla fonte del disturbo, mentre il tofu la tratta in maniera quasi farmaceutica tralasciando l’aspetto sintomatico e concentrandosi sulla sua causa.
  • Anti infiammatorio: calma praticamente tutti i processi infiammatori, comprensivi di febbre o meno;
  • Antiedemigeno: previene i gonfiori e riduce quelli gia esistenti;
  • Antidolorifico: tratta qualsiasi condizione dolorosa accompagnata da febbre;
  • Ustioni: tratta molto bene qualsiasi ustione di secondo o terzo grado;
  • Antiemorragico: viene utilizzato anche per trattare le emoraggie cerebrali, data la sua capacità di evitare la formazione di gonfiori e di sangue tra i tessuti, prevenendo la coagulazione e quindi l’indurimento del sangue, oltre ad accelerarne il riassorbimento.

Modalità di utilizzo

Modalità per il trattamento di febbre bassa o alta e ustioni:

  • Applica l’impiastro direttamente a contatto con la pelle (anche sulla fronte in caso di febbre, avendo l’accortezza di NON coprirlo con un materiale plastico, ma in caso solo con un asciugamano finchè non si asciuga. In genere questo preparato si asciuga rapidamente, impiegando in media 1 o 2 ore, per questo motivo se il disturbo si protrae ripeti l’operazione preparando nuovo impiastro e sostituendolo.
    Contrariamente agli impacchi di zenzero, l’impiastro di Tofu è molto utilizzato ed adatto al trattamento delle affezioni cerebrali.

Modalità per il trattamento di emorragie interne e bronchiti:

  • Applica un impacco di zenzero seguito da un impiastro di tofu, lasciandolo agire per circa 2-3 ore, dopo di va applicato un altro impacco di zenzero seguito da un altro impiastro di tofu.
    Questo trattamento è estremamente efficace.

Per quanto riguarda la frequenza e la relativa durata di applicazione, si deve valutare l’entità del disturbo e agire di conseguenza:

  • Se si utilizza come rimedio antifebbrifugo per una febbre alta, il preparato tende a riscaldarsi molto rapidamente, per questo motivo si può arrivare a doverlo sostituire ogni 15-20 minuti;
  • Se si utilizza come rimedio per le ustioni gravi, il preparato deve essere applicato di continuo per più giorni per lavorare con cura ed evitare fastidiose cicatrici post cicatrizzazione.

Come avrai certamente notato da questi due punti informativi, il tofu viene usato in grandi quantità se l’entità del disturbo da trattare è grande, per questo motivo ti ho inserito anche la ricetta per la sua autoproduzione, perchè appunto il suo acquisto sarebbe controproducente.

Precauzioni

 

L’unica precauzione nel suo utilizzo è rappresentata da una nota di carattere informativo invece che da una vera e propria precauzione.

  • Gli impiastri di tofu non si dovrebbero usare su febbre causata da orecchioni o varicella per il semplice motivo che in questo caso la temperatura corporea non dovrebbe essere abbassata artificialmente, a meno che non diventi molto alta (40° o più).

 

Se ti è piaciuto l’articolo ricordati di mettere “mi piace” e di seguire gli altri articoli.

Al prossimo articolo!
Diego C.

 

(fonte immagine: sakuramagazine.com)

cymbopogon winterianus

Citronella

L’olio essenziale di citronella ha proprietà analgesiche che allevia il mal di testa, artriti, tendiniti, ma anche le punture di insetto. Ha inoltre un effetto repellente sugli insetti e depura l’aria grazie alle sue qualità antisettiche.

cymbopogon winterianusIn questo articolo tratterò l’olio essenziale di Citronella: Cymbopogon winterianus. Continua a leggere

rimedio naturale per dolori muscolari, articolari, tendiniti

Dolori muscolari, articolari o tendiniti? Ecco la ricetta che fa per te!

Rimedio per dolori muscolari

“Da oggi comincio a fare palestra per buttar giù questa pancia”, si dice così, no? Ahimè spesso e volentieri questa volontà di benessere non sempre viene accompagnata da una preparazione corretta muscolare precedente lo sforzo, e questo può causare dolori muscolari, articolari, tendiniti, ecc.

Per fortuna la ricetta che sto per fornirti crea una crema per dolori articolari e tendiniti fai da te, in grado di svolgere una fantastica azione anti infiammatoria, rigenerante, anestetica applicando il preparato localmente come ti indicherò nelle modalità di utilizzo.
Continua a leggere

Scrub viso rigenerante alla rosa fai da te

Stanca del solito scrub casalingo? Ricetta scrub viso fai da te alla rosa

Scrub viso rigenerante alla rosa fai da te

Sei stanca del solito scrub viso e hai voglia di portare un pò di cambiamento nella tuo mondo dell’autoproduzione? Prova questa ricetta per uno scrub viso fai da te rigenerante alla rosa.

La ricetta che sto per fornirti crea uno scrub rigenerante, astringente ed illuminante per la pelle , in grado di togliere molte imperfezioni cutanee oltre ad eliminare le cellule morte responsabili della formazione della pelle troppo secca, ecc…, applicando il preparato localmente come ti indicherò nelle modalità di utilizzo.
Continua a leggere