Rimedio per parassiti della pelle fai da te: versione crema n.1

Ben tornato caro lettore, 

dopo aver scritto un articolo sulla creazione di un rimedio per i parassiti della pelle in versione olio, adesso ti presento una ricetta più forte in versione crema per i parassiti della pelle, che viene utilizzata anche per il trattamento della scabbia. La ricetta che sto per fornirti è una sinergia di oli essenziali che vengono inseriti subito dopo l’emulsione di una normale crema corpo dal Ph 5.

occorrente cosmetico

Ecco qui tutto l’occorrente che ti servirà per la creazione di questa ricetta:

NOTA: ti ho fornito anche i nomi in latino per evitare che usi un altro olio credendo che siano tutti uguali, ogni olio ha le sue proprietà specifiche, fai quindi attenzione a procurarti questi oli esatti.

A questo punto non resta altro che fornirti la ricetta del rimedio per parassiti della pelle versione crema, fai da te:

La ricetta che ti sto per dare crea circa 300 ml di preparato forte antiparassiti, quindi ti consiglio di prendere un contenitore che contenga almeno 300 ml, logicamente se ne vuoi fare di più basta che moltiplichi per 2 o più in base al quantitativo che vuoi ottenere.

Ricetta

  1. olio essenziale di tanaceto: 1 ml o 30 gocce;
  2. olio essenziale di chiodi di garofano: 1 ml o 30 gocce;
  3. olio essenziale di ylang ylang: 2 ml o 60 gocce;
  4. olio essenziale di timo indiano: 5 ml o 151 gocce;
  5. olio essenziale di litsea citrata: 5 ml o 151 gocce;
  6. olio essenziale di menta piperita: 3 ml o 91 gocce;
  7. olio essenziale di camomilla romana: 2 ml o 60 gocce;
  8. crema Ph5 generica naturale: 280 ml

E’ una ricetta un po più complicata delle altre ma vedrai che gli effetti benefici non tarderanno a manifestarsi; come sempre ricordati di mascolare bene dopo ogni aggiunta, in caso compri l’eucerin aggiungi il preparato a 280 ml di crema e mescola molto bene prima dell’applicazione, nel caso invece sei in grado di crearti la crema aggiungi il preparato subito dopo l’emulsione, quando la crema è ancora calda (mi raccomando, fai una crema più dura del solito perchè l’alta percentuale di oli essenziali renderà più liquido il tutto).

Modalità di utilizzo

Applica abbondantemente la crema su tutta la zona interessata ed intorno al rossore, poi prendi una benda, fascia tutto bene in modo da non far evaporare troppo gli oli e permetterne un maggior assorbimento da parte della pelle, dopodicchè lascia agire il preparato per almeno 12 ore.
Dopo 12 ore togli le bende e risciacqua, in genere è sufficiente una sola applicazione se fatto bene ma se necessario non esitare a ripetere il tutto un’altra volta fino ad un netto miglioramento visivo.

Precauzioni

Di seguito di scrivo le precauzioni di utilizzo specifiche per ogni componente del preparato, così che tu possa averle tutte a portata di mano:

Tanacetum annuum

  • Questo olio essenziale contiene chetoni (neurotossico ad alte dosi), quindi evita gli usi prolungati e le alte dosi senza il consiglio di terapeuta o senza ricetta;
  • E’ sconsigliato per le donne in gravidanza (soprattutto per i primi 3 mesi) e in allattamento, oltre al suo utilizzo su bambini piccoli e su persone epilettiche;
  • Ha un’azione ormonale naturale, quindi evita il suo utilizzo su persone in terapia ormonale;
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Eugenia coryophyllus sprengel

  • Allo stato puro è irritante per la pelle (dermocaustico), quindi diluiscilo sempre al 20% in olio vegetale;
    E’ sconsigliato per le donne in gravidanza (tranne per facilitare il parto), in allattamento e nei bambini con età inferiore ai 6 anni;
  • Il trattamento per via orale è riservato ad un uso terapeutico;
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): eugenolo;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Cananga odorata

  • Evita il suo utilizzo puro se hai una pelle sensibile, in caso diluiscilo in un olio vegetale;
  • E’ sconsigliato per le donne nei primi 3 mesi di gravidanza;
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): benzil benzoato, e in misura minore, linalolo, farnesolo, geraniolo, eugenolo, salicilato benzilico, limonene;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Trachyspermum ammii

  • Allo stato puro è irritante per la pelle (dermocaustico), quindi diluiscilo sempre in un olio vegetale, inoltre evita di utilizzarlo puro nella vasca da bagno;
  • E’ sconsigliato per le donne in gravidanza e l’uso su bambini con età inferiore ai 6 anni;
  • Evita gli usi prolungati e le alte dosi senza il consiglio di un terapeuta o senza ricetta;
  • Non applicarlo troppo vicino agli occhi ed evitane il contatto;
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Litsea cubeba

  • E’ sconsigliato durante i primi tre mesi di gravidanza e nei bambini piccoli;
  • Allo stato puro può essere irritante per la pelle (dermocaustico), quindi diluiscilo sempre in un olio vegetale;
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini;
  • Evitare il contatto con gli occhi;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): citrale (geraniale e Nerale), limonene, e in misura minore, linalolo, geraniolo;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Mentha piperita

  • E’ irritante, ed causa un effetto di forte raffreddamento: diluiscilo fino al 30% in olio vegetale;
  • Non utilizzare mai l’olio di menta diluito nell’acqua del bagno;
  • E’ sconsigliato per le donne in gravidanza, allattamento, nei pazienti epilettici, anziani e bambini sotto i 6 anni;
  • E’ severamente vietato nei neonati con età inferiore ai 30 MESI (per via della tossicità nell’applicazione cutanea: può dare causare congestione nasale o arresto respiratorio);
  • Evita gli usi prolungati senza il consiglio di aroma terapeuta o senza ricetta;
  • Non applicarlo troppo vicino agli occhi ed evitane il contatto;
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene, linalolo;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Anthemis nobilis

  • E’ sconsigliato per le donne durante i primi 3 mesi di gravidanza;
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

 

Come sempre aspetto dei commenti qui sotto, sia per indicare un tuo parere che per scrivere eventuali dubbi, domande, ecc… Non dimenticarti di mettere un “mi piace” e non perderti i focus sugli ingredienti utilizzati per creare questa ricetta.

Al prossimo articolo!
Diego C.

 

(fonte immagine: www.dire.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *