Rimedio anti cellulite fai da te (non in gravidanza o allattamento): sinergia oli n.1

rimedio anti-cellulite

Ben tornata cara lettrice,

ultimamente molte ragazze mi stanno chiedendo come fare un trattamento per la cellulite, così ho deciso di scrivere questo articolo, dove troverai tutto l’occorrente per farti il rimedio a casa. La ricetta che sto per fornirti è una sinergia di oli essenziali e vegetali che insieme formano appunto una sinergia in grado di trattare il disturbo della cellulite, con degli ottimi risultati applicando il preparato localmente sulla parte interessata come un semplice olio da massaggio, o tramite un bel bagno terapeutico rilassante tonificante.

occorrente cosmetico Ecco qui tutto l’occorrente che ti servirà per la creazione di questa ricetta:

NOTA: ti ho fornito anche i nomi in latino per evitare che usi un altro olio credendo che siano tutti uguali, ogni olio ha le sue proprietà specifiche, fai quindi attenzione a procurarti questi oli esatti.

A questo punto non resta altro che fornirti la ricetta del rimedio anti-cellulite fai da te:

La ricetta che ti sto per dare crea circa 100 ml di preparato, quindi ti consiglio di prendere un contenitore che contenga almeno 100 ml, logicamente se ne vuoi fare di più basta che moltiplichi per 2 o più in base al quantitativo che vuoi ottenere. Ricetta

  1. olio essenziale di rosmarino canfora: 0.66 ml o 20 gocce;
  2. olio essenziale di finocchio dolce: 0.66 ml o 20 gocce;
  3. olio essenziale di geranio d’egitto:  0.16 ml o 5 gocce;
  4. olio essenziale di pompelmo: 0.50 ml o 16 gocce;
  5. olio essenziale di bacche di ginepro: 0.50 ml o 16 gocce;
  6. olio vegetale di germe di grano: 50 ml;
  7. olio vegetale di vinaccioli: 30 ml;
  8. olio vegetale di mandorle dolci: 20 ml.

E’ una ricetta semplicissima da eseguire ma che ti darà ottimi risultati, l’unica raccomandazione, come sempre, è quella di mescolare molto bene dopo ogni aggiunta in modo da amalgamare bene il tutto. Modalità di utilizzo Come ho anticipato nella premessa, questo olio può essere usato sia come olio da massaggio che come olio per un bagno tonificante.

Nel caso in cui lo usi come olio da massaggio puoi usarlo sia su pelle asciutta che su pelle umida dopo la doccia, mettendo un po di olio sulla mano e massaggiando in senso orario con piccoli movimenti circolari, nel caso invece in cui lo usi come olio da bagno versa l’equivalente di 2 cucchiai da cucina di preparato nella vasca da bagno e agita un po l’acqua per fare in modo che l’olio si distribuisca uniformemente per tutta la grandezza della vasca. Precauzioni Di seguito di scrivo le precauzioni di utilizzo specifiche per ogni componente del preparato, così che tu possa averle tutte a portata di mano:

Rosmarinus officinalis Camphre

  • Questo olio essenziale contiene chetoni (neurotossico e rischio abortivo ad alte dosi), quindi evita gli usi prolungati e le alte dosi senza il consiglio di terapeuta o senza ricetta;
  • E’ sconsigliato per le donne in gravidanza, su bambini, e su persone epilettiche;
  • Non applicarlo troppo vicino agli occhi ed evitane il contatto con essi;
  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene, e in misura minore, linalolo;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Foeniculum vulgare var. dulce

  • E’ sconsigliato per le donne durante la gravidanza e il suo utilizzo su bambini, in entrambi i casi in entrambi i casi ad eccezione di trattamenti localizzati e per un tempo molto limitato;
  • E’ proibito il suo uso cutaneo addominale (per intenderci, sopra il bambino) nelle donne in gravidanza;
  • A dosi elevate può essere convulsivo, in caso di dubbi, rivolgetevi ad un terapeuta;
  • Il trattamento per via orale è proibito nelle donne durante la gravidanza e nei bambini;
  • E’ inoltre proibito il suo utilizzo su persone malate di cancro estrogeno-dipendente;
  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Pelargonium graveolens cv. egytto

  • E’ sconsigliato per le donne durante i primi 3 mesi di gravidanza;
  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): citronellolo, geraniolo, linalolo, e in misura minora, limonene, citrale (nerale e geraniale);
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Citrus paradisii

  • Questo olio è fotosensibilizzante. Non applicarlo subito prima di un’esposizione al sole;
  • Allo stato puro può essere irritante, in caso diluiscilo al 50% in un olio vegetale;
  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Si ossida molto rapidamente, conservalo in un luogo asciutto e al riparo dalla luce.
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene, linalolo, citrale (geraniale e nerale);
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Juniperus communis

  • E’ sconsigliato per le donne in gravidanza e il suo utilizzo su persone che presentano disturbi e malattie renali;
  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Triticum vulgare

  • Non ha controindicazioni;

Vitis vinifera

  • Non ha controindicazioni;

Prunus dulcis

  • Alcuni medici sostengono che l’applicazione di olio di mandorle dolci durante la gravidanza possa causare una sensibilizzazione alle arachidi nel futuro bambino, per questo motivo è consigliato alternare il suo utilizzo con un altro olio vegetale o burro vegetale;
  • Dato il suo potenziale allergico, si sconsiglia il suo utilizzo su persone che hanno una sensibilità o allergia alle noci;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

 

Come sempre aspetto dei commenti qui sotto, sia per indicare un tuo parere che per scrivere eventuali dubbi, domande, ecc… Non dimenticarti di mettere un “mi piace” e non perderti i focus sugli ingredienti utilizzati per creare questa ricetta.

Al prossimo articolo!
Diego C.

 

(fonte immagine: http://www.dannatamentedonna.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *