rimedio per afonia

Problemi con la voce bassa o rauca? Ecco il rimedio che fa per te!

Rimedio per afoniaChi non ha mai avuto “giù la voce” o altre tipologie di difficoltà di parola più o meno grave? In quel momento non si desidera altro che far allontanare quel fastidioso periodo o momento ( in rapporto a quanto risulta prolungata la problematica) in modo da poter ritornare a comunicare senza problemi!

La ricetta che sto per fornirti è una sinergia di oli essenziali in grado di lavorare direttamente sulle corde vocali, assumendo il preparato oralmente come ti indicherò nelle modalità di utilizzo.

occorrente cosmetico

Ecco qui tutto l’occorrente che ti servirà per la creazione di questa ricetta:

  • contenitore da almeno 10 ml;
  • bilancia di precisione;
  • olio essenziale di cipresso sempreverde: Cupressus semprevirens;
  • olio essenziale di litsea citrata: Litsea cubeba;
  • olio essenziale di lavanda aspic: Lavandula latifolia.

NOTA: ti ho fornito anche i nomi in latino per evitare che usi un altro olio credendo che siano tutti uguali, ogni olio ha le sue proprietà specifiche, fai quindi attenzione a procurarti questi oli esatti.

A questo punto non resta altro che fornirti la ricetta fai da te per stimolare nuovamente il funzionamento delle corde vocali:

La ricetta che ti sto per dare crea circa 10 ml di preparato, quindi ti consiglio di prendere un contenitore che contenga almeno 10 ml, logicamente se ne vuoi fare di più basta che moltiplichi per 2 o più in base al quantitativo che vuoi ottenere.

Ricetta

1. olio essenziale di cipresso sempreverde: 4 ml o 121 gocce;
2. olio essenziale di litsea citrata: 4 ml o 121 gocce;
3. olio essenziale di lavanda aspic: 2 ml o 60 gocce.

E’ una ricetta semplicissima da eseguire ma che ti darà tante soddisfazioni, l’unica raccomandazione, come sempre, è quella di mescolare molto bene dopo ogni aggiunta in modo da amalgamare bene il tutto.

Modalità di utilizzo

Asummi 2 gocce di questo preparato 3 volte al giorno per via orale in un cucchiaino di miele o olio vegetale per un periodo totale di 1 settimana.

Precauzioni Di seguito di scrivo le precauzioni di utilizzo specifiche per ogni componente del preparato, così che tu possa averle tutte a portata di mano:

Cipresso sempreverde

  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Nessun uso prolungato senza il consiglio di aroma terapeuta o senza ricetta;
  • E’ sconsigliato per le donne in gravidanza e allattamento;
  • Se nella tua storia clinica personale o famigliare sono presenti dei precedenti tumorali, parla con un terapeuta prima dell’applicazione;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): limonene, linalolo;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Litsea cubeba

  • E’ sconsigliato durante i primi tre mesi di gravidanza e nei bambini piccoli;
  • Allo stato puro può essere irritante per la pelle (dermocaustico), quindi diluiscilo sempre in un olio vegetale;
  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Evitare il contatto con gli occhi;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): citrale (geraniale e Nerale), limonene, e in misura minore, linalolo, geraniolo;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

Lavanda aspic:

  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Alcuni composti naturali di questo olio essenziale possono essere a rischio di allergie in soggetti sensibili (secondo il 7 ° emendamento della direttiva europea sui prodotti cosmetici (2003/15 / CE)): linalolo, e in misura minore limonene;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo.

 

Come sempre aspetto dei commenti qui sotto, sia per indicare un tuo parere che per scrivere eventuali dubbi, domande, ecc… Non dimenticarti di mettere un “mi piace” e non perderti i focus sugli ingredienti utilizzati per creare questa ricetta.

Al prossimo articolo!
Diego C.

 

(fonte immagine: www.nailandfashion.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *