crema antiedemigena e flebotonica alle gemme di abete

Crema corpo antiedemigena e flebotonica alle gemme di abete

Crema alle gemme di abete

Ti sarà ancora capitato di notare un gonfiore più o meno diffuso in una parte del tuo corpo (principalmente gambe) accompagnato qualche volta da una sorta di dolore.

Ecco, in questo articolo ti spiegherò come creare una crema antiedemigena e flebotonica autoproducendoti la maggior parte degli ingredienti.

La ricetta crea circa 100 ml di preparato facilmente penetrante e molto ricco, quindi ti consiglio di prendere un contenitore che contenga almeno 100 ml, logicamente se ne vuoi fare di più basta che moltiplichi per 2 o più in base al quantitativo che vuoi ottenere, lo stesso vale se vuoi fare meno preparato.

Ricetta

Lista degli ingredienti che compongono la ricetta…
  • macerato oleoso di Iperico: 20 ml;
  • infuso di Gemme di abete: 66.5 ml;
  • macerato glicerico di Gemme di abete: 3.5 ml;
  • tintura madre di iperico: 1 ml;
  • emulsionante Sodium stearoyl lactilate: 3 ml;
  • emulsionante alcol cetilico: 3 ml;
  • conservante naturale: 3 ml;
… e i rispettivi nomi latini
  • macerato oleoso di Iperico: Hypericum perforatum;
  • infuso di Gemme di abete rosso o bianco: Picea abies o Abies alba;
  • macerato glicerico di Gemme di abete rosso o bianco: Picea abies o Abies alba;
  • tintura madre di Iperico: Hypericum perforatum;
  • emulsionante Sodium stearoyl lactilate: Sodium stearoyl lactilate;
  • emulsionante Alcol cetilico: Cetyl alcohol;
  • conservante naturale: Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate.

Per avere ulteriori informazioni, leggi anche questi articoli:

Modalità di preparazione

Istruzioni passo-passo per la preparazione della crema:

Prima di tutto, separiamo le varie fasi del nostro preparato:
Fase A:

  • Macerato oleoso di Arnica;
  • Emulsionante Sodium stearoyl lactilate;
  • Emulsionante Alcol cetilico.

Fase B:

  • Infuso di gemme di Abete rosso o bianco;

Fase C:

  • Tintura madre di Iperico;
  • Macerato glicerico di gemme di Abete rosso o bianco;
  • Conservante naturale.
Perfetto! A questo punto:
  • Prendi una pentola abbastanza grande, collocaci all’interno un po di acqua e mettila sul fuoco;
  • Prendi due contenitori, e, dopo aver sistemato la fase A nel primo contenitore e la fase B nel secondo, falli scaldare a bagnomaria finchè non vedrai che l’intero preparato A ha assunto forma liquida, ponendo attenzione nel mescolarla costantemente per impedire al preparato di superare i 70 °C;
  • Fatto ciò, prendi un frullino e comincia a mescolare velocemente la fase A, mentre versi piano piano la fase B nello stesso contenitore;
  • Continua a mescolare velocemente per alcuni minuti finchè il preparato non comincerà ad emulsionare e non avrà perso un pò di calore, oppure, per velocizzare il tutto, metti il contenitore contenente entrambe le fasi A e B a bagnomaria fredda;
  • Quando vedi che comincia a prendere consistenza aggiungi la fase C, e continua a mescolare finchè non sarai sicuro che il preparato è completamente omogeneo;
  • Metti tutto in un vasetto e lascialo riposare in frigorifero per almeno 10 minuti;
  • Ecco che la tua crema è finalmente pronta!

proprietà principali

Lista delle proprietà principali del preparato:

La crema appena creata, ha le seguenti proprietà:

  • Anti-infiammatorio: combatte la congestione legata ad un processo infiammatorio;
  • Antiedemigeno: riduce la ritenzione dei liquidi;
  • Analgesico: dissolve o mitiga il dolore;
  • Antisettico: previene e combatte le infezioni;
  • Sedativo :aiuta a diminuire lo stato ansioso;
  • Antipruriginoso: tratta gli stati di prurito;
  • Antibatterico: impedisce lo sviluppo dei batteri e tratta quelli presenti;
  • Cicatrizzante: favorisce la cicatrizzazione;
  • Antiossidante: ritarda o inibisce i processi di ossidazione della pelle;
  • Rigenerante cutaneo: favorisce la rigenerazione cutanea;
  • Rubefacente: aumenta l’afflusso di sangue nella zona trattata.

Principali patologie trattate

Lista delle principali “patologie” trattate da questa preparazione:
  • Ematomi;
  • Ecchimosi;
  • Piccole ferite;
  • Ustioni;
  • Lesioni da eczema;
  • Edemi;
  • Dolori articolari;
  • Ulcere;
  • Mal di schiena;
  • Nevralgie;
  • Artrite;
  • Artrosi;
  • Reumatismi;
  • Sciatica;
  • Dolori muscolari;
  • Distorsioni;
  • Infiammazioni della gola;
  • Infiammazioni della pelle;
  • Vene varicose;
  • Gambe pesanti;
  • Disturbi respiratori;
  • Bronchite;
  • Polmonite;
  • Asma;
  • Raffreddore;
  • Influenza;
  • Sinusite.

Modalità di utilizzo
Il preparato ha diverse modalità di applicazione in base al tipo di utilizzo che ne vuoi fare:

Per un’applicazione Antiedemigena:
  • Applica il preparato su tutta la parte interessata 3 volte al giorno finchè non noterai un netto miglioramento visivo;
Per un’azione Flebotonica:
  • Applica la crema sulla parte dolente o che presenta difficoltà di circolazione 3 volte al giorno, finché non noterai un netto miglioramento;
  • Oppure, per un’azione generica preventiva, applica su tutto il corpo 2 volte al giorno.
Per un’applicazione espettorante e come antisettico delle vie respiratorie:
  • Applica il preparato sul petto, 2 o 3 volte al giorno.

Precauzioni

  • E’ sconsigliato il suo utilizzo per le donne durante la gravidanza, oltre che su neonati;
  • Tienilo fuori dalla portata dei bambini;
  • Utilizzalo solo per uso cutaneo esterno;
  • Come regola generale, fai sempre un test allergenico sul gomito, almeno 48 ore prima di utilizzarlo;
  • Questo olio è fotosensibilizzante. Non applicarlo subito prima di un’esposizione al sole.

 

Se ti è piaciuto l’articolo ricordati di mettere “mi piace” e di seguire gli altri articoli.

Al prossimo articolo!
Diego C.

 

(fonte immagine: ilfantasma.blogspot.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *